FOCUS IN - Chi siamo
RICERCA
Une N° 23 Un N° 22 Une N° 21 Une N°20 Une N° 19 Une N° 18 Une N° 17 Une N° 16 Une N° 15 Une 14 Une N° 13 Une N° 12

Accueil > Associazioni > Notizie dalle Associazioni > 10 candeline per il Forum delle Associazioni italiane

10 candeline per il Forum delle Associazioni italiane

14 giugno 181 avenue Daumesnil - Paris 12e

Un anniversario pieno di novità, dal luogo all’allestimento, alla partecipazione di sempre nuove associazioni, quello del Forum delle associazioni italiane che si svolgerà il 14 giugno alla Maison des Associations del 12e arrondissement di Parigi, 181 avenue Daumesnil.

JPEG - 107 ko

Come tutti gli anni ricordiamo la genesi del Forum, nato per dare visibilità ad associazioni che non hanno i mezzi per partecipare ad eventi professionali, per permettere loro di incontrare nuovi volontari e nuovi partner per i loro progetti e per dare un’immagine più veritiera della complessità e della ricchezza dell’Italia, ancora legata allo stereotipo “pizza-pasta-mandolino”.
Per questo 10° anniversario, si è cercato quindi di innovare a partire dal luogo. Boulevard Blanqui che il Municipio del 13°, con grande coraggio, ci aveva messo a disposizione fin dal primo anno, ha avuto l’effetto sperato : chi si interessa all’italiano ci conosce ; di anno in anno si vedono (con piacere) le stesse persone e (con meno piacere) gli stessi pique-assiette ! Nelle riunioni preparatorie si è anche parlato di un Forum itinerante che cambierebbe arrondissement o città ogni anno, ma questo è ancora da vedere. Sta di fatto che questa nuova era del Forum comincia in uno dei quartieri più italiani di Parigi : nel 12° arrivavano gli italiani, alla Gare de Lyon, arrivano ancora oggi alla vicina Gare de Bercy. Molti sono rimasti nel quartiere e, fino a qualche decennio fa, quasi tutti i negozi di artigianato (falegnameria e mobili) del Faubourg Saint Antoine erano gestiti da italiani. Varie associazioni hanno la loro sede lì e una delle due trasmissioni radiofoniche italiane, Cappuccino, emette proprio da rue de Montreuil.
Tra l’altro la Maison des Associations si trova negli edifici di una stazione in disuso, la Gare de Reuilly, altro messaggio del via vai che da secoli unisce i nostri paesi. Proprio per dare un senso a quelle che possono sembrare delle coincidenze, il filo conduttore di questa decima edizione sarà la strada, intesa – all’italiana – come luogo in cui si vive, ci si incontra, si parla, dove si esprimono musicisti, artisti (i famosi “madonnari” per esempio), teatranti. Tra i primi migranti sono stati proprio i circensi, gli orsanti, e gli attori della commedia dell’arte (i golosi) a percorrere le strade della Francia, e il gelataio ambulante uno dei primi mestieri. Nel 1680 Francesco Propocopio dei Coltelli mise a punto una specie di “macchinetta” per fare i gelati e, visto il successo del suo “carretto”, aprì nel 1686 il prestigioso Caffè Le Procope. Anche i giardini e le piazze sono luoghi vissuti, non incroci attorno ai quali sfrecciano le macchine : in una piazza italiana ci sono gli anziani, seduti sulle panchine, i giovani in capanelli, i bambini che giocano, generazioni intere che “abitano” il luogo contemporaneamente.

ANIMAZIONI DI STRADA

Il giardino della Maison des Associations, più compatto rispetto al solito, ci è sembrato riproducesse quel tipo di situazione, su una strada straordinariamente non-commerciale e un giardino nel quale ritrovare quell’atmosfera di festa paesana.
Le animazioni sono state concepite attorno a questo concetto : i cori “A tout bout de chant”, Maggese, Di sol e di La, che attingono dalla tradizione musicale, o le musiche come le pizziche e tarantelle di SuDanzare, che nel Sud accompagnano feste e sagre nelle vie della città (La Notte della Taranta in Puglia ne è un ottimo esempio) ; i cantastorie Antonietta Pizzorno (associazione Parole) e Luciano Travaglino (Théâtre de la Girandole) e il clown Patz improvviseranno rispettivamente racconti e canzoni di altri tempi. Il collettivo Attiva Coscienza che comprende pittori, fotografi e scultori saranno nella “capanna degli artisti” sotto gli alberi del giardino, insieme a musici e teatranti, per incontrare il pubblico in un’atmosfera più rilassata. Ci sarà anche Serena Rispoli attrice e cantante (Associazione Italo Calvino) che improvviserà dei canti la mattina e concluderà con uno spettacolo nel pomeriggio.
Non poteva mancare la diretta Top Italia, condotta da Carmelo Mondello (Radio Vexin) e Michel Goti (Radio Aligre, che gioca in casa), ritrasmessa poi su Aligre e RVVS.
E a proposito di ambulanti, la fantastica bicicletta-cargo di Café Rue, appositamente italianizzata e guidata dai Jardins numériques, deambulerà nel quartiere per far convergere il pubblico verso il Forum.

LE ASSOCIAZIONI PRESENTI

Quasi cinquanta associazioni, considerati i tempi strettissimi in cui abbiamo organizzato questo Forum, un exploit. Tra queste associazioni regionali (con un ritorno dei Sanmarinesi, che vengono da uno Stato non da una regione), quelle che lavorano su progetti memoriali, su cultura (canto, cinema, teatro, arte, artigianato …) e lingua (Centre Italiance, Italo Calvino, Polimnia), accompagnate dalle associazioni di genitori e professori.
Associazioni impegnate nella lotta contro la mafia (Libera), in cause democratiche (Democratici Parigi, Metropolis), nell’assistenza e la prevenzione sociale dei lavoratori (i patronati ACLI e INCA) o ambientali (Fai France e Passeggiate o Cammini, che propongono forme di turismo slow e sostenibile), e persino sportive, con l’immancabile Inter Club.
Pe rimanere in tema con l’Expo Milano 2015, dedicato alla gastronomia, diverse associazioni che si occupano di cultura culinaria saranno presenti con degustazioni e vendita di prodotti (Ita-liens, Evviva la Pappa !...), e “Italiani per una notte” organizzerà persino un campionato di street food.
Una sala interna della Maison des Associations ospiterà mostre e proiezioni di video prodotti o proposti dalle associazioni : interviste memoriali a resistenti ed expat, corti e cortissimi sull’identità, « Formato ridotto », film prodotto dalla regione Emilia-Romagna a partire dai vecchi filmati Super8 cui sono stati aggiunti testi letti da scrittori emiliano-romagnoli, o video su paesaggi urbani, rurali e marini del Bel Paese. Ancora in forse al momento in cui andiamo in stampa, la mostra “Geni della Resistenza” di Veronica Mecchia, cui hanno contribuito le associazioni Fratellanza Reggiana, Emilia Romagna e ANPI, presenti al Forum.

Scarica il depliant con il programma e la lista delle associazioni :

PDF - 1.7 Mo

Segui l’evento su Facebook

LE ASSOCIAZIONI DEBUTTANTI AL FORUM

Troverete nelle pagine di questo numero una presenza speciale delle associazioni nel primo piano (la FAI – Fondo Ambiente Italiano), nelle pagine musica (Localmente e Puglia Sound), nella rubrica gastronomica, ispirata allo street food di Italiani per una notta. Tutte associazioni che vanno ad aggiungersi al Forum di quest’anno. Le altre new entries.

AG LEONARDO DA VINCI & APESI
Presenti quest’anno tutte e 3 le associazioni di genitori dei licei o sezioni italiane : l’AG Leonardo da Vinci e l’APESI (Sezione italiana del liceo di Saint Germain en Laye) affiancheranno PAESI che riunisce i genitori della sezione italiana del Liceo Honoré de Balzac l’Associazione dei professori dell’Education Nationale, l’APIRP, da sempre presenti al Forum.

ITA-LIENS
Basata a Triel sur Seine, l’associazione riunisce specialisti dell’infanzia, formatori, fotografi, gastronomi e in generale tutti coloro che si interessano di cultura italiana, con un’attenzione particolare al “trovare il giusto equilibrio tra natura e ambiente, salute e patrimonio individuale”, dice la presidente, Maria Grazia Veneziale. Tra le attività dell’associazione : corsi di conversazione, cineclub e laboratori di educazione alimentare, in particolare la fabbricazione di pasta artigianale, “supporto della creazione artistica”, come vengono definiti. Gli animatori hanno tutta una filosofia che si potrebbe definire “pastaterapia” : massaggiare la pasta prima che diventi sfoglia rilassa e fa bene alla salute. Immagino che anche “tirare” la sfoglia sia salutare per i bicipiti, sempre che il mattarello non venga usato contro parenti e consorti, ma questo non è assolutamente lo spirito dell’associazione.

LE THÉÂTRE DE LA GIRANDOLE
Oltre alla gestione di un teatro con una programmazione di spettacoli della Compagnia diretta da Luciano Travaglino ma anche di altre compagnie, italiane o straniere, l’associazione è attiva a Montreuil attraverso un lavoro con le scuole e l’allestimento di un’arena (“costruita”, letteralmente, da Luciano & co.) ai “Murs aux pêches”, zona data dal Comune alle associazioni locali dove ha luogo la programmazione estiva. Fanno anche parte di una “rete” di teatri indipendenti e partecipano a progetti europei sulla ricerca artistica. Inutile dire che partecipano volentieri alle attività delle altre associazioni, producendosi gratis per sostenere cause importanti (il referendum sull’acqua, focus in, il forum delle associazioni).

vendredi 6 juin 2014, par Patrizia Molteni