FOCUS IN - Chi siamo
RICERCA
Une N° 23 Un N° 22 Une N° 21 Une N°20 Une N° 19 Une N° 18 Une N° 17 Une N° 16 Une N° 15 Une 14 Une N° 13 Une N° 12

Accueil > Cultura > Letteratura > Maria Salamone : performer europea a favore delle lingue neolatine

Maria Salamone : performer europea a favore delle lingue neolatine

Recentemente, nella mia nomina di presidente della Camerata dei Poeti di Firenze, ho avuto il piacere e l’onore di accogliere la poetessa Maria Salamone presso Palazzo Vecchio a Firenze, protagonista d’un importante evento culturale a carattere europeo, organizzato dalla stessa Camerata, con patrocinio del “Institut français” di Firenze, diretto da Isabelle Mallez Console onorario di Francia, e dell’Accademia Vittorio Alfieri, presieduta da Dalmazio Masini. In varie occasioni avevo sentito parlare della notorietà e della bravura di questa poetessa con origini siciliane residente a Cannes, e delle sue eccezionali doti espressive con cui riesce a toccare e a coinvolgere gli ascoltatori. Una donna, Maria Salamone, dall’aspetto fragile, minuscolo, che in nome della poesia, riesce ad ingrandirsi per trasformarsi in una vera e abile performer, come durante il récital tenuto a Palazzo Vecchio. Per oltre due ore, infatti, con grazia e a memoria, accompagnando il gesto alla parola, la poetessa dalla doppia ricchezza culturale, ha offerto al pubblico il frutto della sua creazione in versione italo-francese, e reso omaggio a grandi nomi della letteratura italiana e francese, quali : Dante Alighieri, Giuseppe Ungaretti, Victor Hugo, Pierre Ronsard… Per la naturalezza dei suoi versi, dolci e delicati, espressi con straordinaria e propria visione poetica, che fanno di Maria Salamone una poetessa di notevole spessore letterario e, al fine di evidenziare i legami culturali che esistono tra la Francia e l’Italia (di cui la Salamone è eccellente ambasciatrice), la Camerata dei poeti di Firenz le atribuisce la nomina di co-Direttore artistico del gruppo : Sezione Europa. Il nostro si vuole un vero e proprio trait-d’union verso una fratellanza europea della cultura, propedeutica ad un sentimento unitario condiviso.

Lia Bronzi
Critico Letterario e d’Arte
Presidente de “La Camerata dei Poeti” di Firenze

jeudi 28 mai 2015, par Lia Bronzi