FOCUS IN - Chi siamo
RICERCA
Une N° 23 Un N° 22 Une N° 21 Une N°20 Une N° 19 Une N° 18 Une N° 17 Une N° 16 Une N° 15 Une 14 Une N° 13 Une N° 12

Accueil > Primo Piano > Nuovissimo Cinema Paradiso > Nuovissimo Cinema Paradiso

Nuovissimo Cinema Paradiso

Da settembre a dicembre, in tutta la Francia si concentrano una mezza dozzina di Festival del cinema italiano, da Annecy a Villerupt, Tolosa, Rennes… a cui vanno ad aggiungersi gli omaggi di festival e di iniziative più generali (il Cinemed di Montpellier, per esempio). In gennaio si ricomincia con Blois e Bastia, febbraio Nantes, marzo Tremblay e Creteil … e non è tutto : le tante settimane italiane in cui il cinema fa la parte del leone, e l’attività di promozione degli Istituti Italiani di Cultura, fanno sì che il pubblico di Francia e di Navarra abbia modo di conoscere classici e novità del ricco panorama cinematografico d’oltralpe. Solo da settembre i francesi hanno potuto scoprire o riscoprire più di una cinquantina di film delle annate 2007-2010.
Eppure i commenti che vengono dal Festival di Cannes, che distribuisce le agognate “Palme” a film francesi e stranieri, sono sempre gli stessi : il cinema italiano è morto, moribondo, resuscitato, rivive, è vivo e vegeto e così via. E a provare che non è morto si adoperano festival e manifestazioni culturali in tutta la Francia, con grande successo.
Anche Focus In, partner stampa di Villerupt, Tolosa, Tremblay e altri festival, ha voluto rendere conto di quest’opera di promozione che i vari “attori” della diffusione e della promozione portano avanti da anni. E abbiamo voluto sapere le motivazioni che guidano le scelte dei film. I nostri corrispondenti in giro per festival (Gius Gargiulo a Roma, Tiziana Jacoponi ad Annecy e Villerupt) e per sale cinematografiche (Sara Grimaldi) ci forniscono un panorama dei film da non perdere in questo lungo inverno francese.
Non abbiamo rispettato, come facciamo di solito, una nostra preferenza a parlare di cose che i nostri lettori potranno vedere in un prossimo futuro. Anzi, abbiamo privilegiato, questa volta, lo sguardo d’insieme per sfatare, una volta per tutte, il mito della morte imminente del cinema italiano.
Fabio Conversi, produttore e distributore, come tanti altri direttori di festival in Francia, ci confermano che i nuovi registi ci sono eccome e che hanno capito che è importante fare dei film d’autore che sappiano parlare al pubblico, anche a quello internazionale, trattando temi a volte di scottante attualità.
Poche settimane fa ci ha lasciato uno dei più grandi registi del cinema, Mario Monicelli* e quello che più è riuscito a combinare il serio e il divertente, la pedagogia e la libertà creativa. Un esempio che, a quanto pare, sembra seguito.

* In omaggio a Mario Monicelli vi rimandiamo alla bellissima intervista di Ilaria Lacommare che purtroppo ci ha lasciato nella stessa maniera

Hanno collaborato a questo dossier : Patrizia Molteni,
Tiziana Jacoponi, Sara Grimaldi, Marina Mazzotti, Nicola Guarino, Giu Gargiulo, Raphaël Capaldi, Paolo Modugno.

SOMMARIO DEL PRIMO PIANO


• Nuovissimo cinema Paradiso
Intervista a Fabio Conversi (Sara Grimaldi)
Festival del cinema di Roma (Gius Gargulo)
Diversamente femminile (Tiziana Jacoponi)
Il cinema ai tempi di Berlusconi (Nicola Guarino)
Terra di cinema (Raphael Capaldi)
Festival qua, festival là... (Univerciné di Nantes, les Rencontres du cinéma italien de Toulouse, Filmissimo a Rennes, Settimana del cinema italiano di Blois) (Patrizia Molteni)
Al sud dell’Europa con le donne (Marina Mazzotti)
Anteprima (Paolo Modugno)
Il cinema e gli Istituti di Cultura (Patrizia Molteni)
• I film in sala :
- Rosso come il cielo (Sara Grimaldi)
- Le quattro volte (Sara Grimaldi)
- Benvenuti al Sud (Tiziana Jacoponi)

jeudi 30 décembre 2010, par Patrizia Molteni